5 novembre 1978

FRA MESI L'OSCURITA SARA' TOTALE

 

Scrivi figlio mio sono Gesù.

Desidero servirmi di te perchè per questo ti ho prescelto per essere mio strumento e servirmene per confondere la superbia e l'ipocrisia di molti grandi e potenti della Mia Chiesa, figlio mio tu mi hai già reso in parte il servizio a te richiesto, in parte, perchè ben altro hai ancora da fare!

Come ebbi a dirti in precedenti messaggi circa la situazione della Mia Chiesa, così intendo ampliare il discorso su quanto ti ho già detto e ti dirò in un prossimo futuro.

Ti ho parlato della oscurità nella Mia Chiesa e oggi de visu puoi constatare tutta la tragica realtà di ciò che ti predissi; ti saro piu preciso figlio, " fra mesi " e non fra anni l'oscurità sarà totale per cui la Mia Chiesa sarà sola in balia del Nemico.

- Gesù mio e allora le tue eterne ed immutabili parole " non prevarranno "?

Non sempre chi è nelle mani dei suoi nemici viene distrutto dagli stessi, rimane solamente prigioniero, e la Mia Chiesa sarà prigioniera in mani nemiche!

- Gesù mio, per lungo tempo?

- Ti è già stato risposto, dipenderà anche dalla resipiscenza degli uomini, comunque la prova sarà dura e molti saranno travolti e si perderanno, poi la follia umana e diabolica fuse insieme scateneranno un cataclisma senza nessun precedente, tale che il mondo non ha mai conosciuto qualcosa che possa anche solo rassomigliargli.

- Signore mio benedetto, gli uomini sono sull'orlo di un baratro spaventoso e non se ne danno pensiero!

- Si, perchè sono in una colpevole cecità.

- Gesù caro dicono che i libri sono carichi di pessimismo e scritti da un povero uomo malato di mente! (p. 33)

- I veri malati di mente sono coloro che vivono nel peccato come gli animali immondi vivono nel pantano o in qualcosa di peggio! Chi parla così vuol dire che è immerso nelle due concupiscenze e dello spirito e della carne, ma tu figlio mio non preoccupartene; quante cose ti sono state rivelate, ringraziane la Misericordia divina.

 

Se non mi ascolterete...

Per coloro che non vogliono credere alle Mie parole che tu hai scritto, trascrivi le parole del Profeta Malachia di questa 31 Domenica dell'anno: " Io sono un Re grande, dice il Signore degli eserciti, e il mio Nome è terribile fra le nazioni. Ora a voi questo monito Sacerdoti, se non mi ascolterete e non vi prenderete a cuore di dare gloria al Mio Nome; dice il Signore Dio degli eserciti, manderò su di voi la maledizione e cambierò in maledizioni le vostre benedizioni; voi vi siete allontanati dalla retta via e siete stati d'inciampo a molti con i vostri insegnamenti, dice il Signore Dio degli eserciti, perciò anch'io vi ho reso spregevoli e abbietti davanti a tutto il popolo, perchè non avete osservato le mie disposizioni e avete usato parzialità riguardo la Legge. Non abbiamo tutti un solo Padre? perchè dunque agire con perfidia uno contro l'altro "?

Leggendo il presente messaggio e in particolare ciò che disse Malachia diranno che queste parole non sono applicabili ai nostri tempi; sentiranno di mentire, ma sosterranno il loro punto di vista con diabolica presunzione.

E' stato così per i precedenti libri e così è ora perchè i presuntuosi sono nell'oscurità quindi non vedono, non possono vedere.

Non crederanno che Io Dio onnipotente muterò le loro benedizioni in maledizioni e che queste maledizioni saranno terribili, come è terribile il Mio Nome, perchè colpiranno quei Pastori, Sacerdoti e Consacrati che non si sono mantenuti fedeli e coerenti alla mia Legge, alla mia Fede, al mio Amore. (p. 34)

 

Siete come cadaveri ambulanti!

Pastori e Sacerdoti, Religiosi e Religiose per la vostra superbia vi siete allontanati dalla retta via e siete stati d'inciampo per tante anime che sono andate perdute per colpa vostra per il bene che non avete fatto e per il male che avete compiuto; la durezza dei vostri cuori vi ha reso duri ed insensibili agli impulsi della Grazia; la presunzione vi ha ottenebrato la mente e fiaccato la volontà, siete come cadaveri ambulanti, per questo vi sto rendendo sempre piu spregevoli alla vista dei popoli traditi e delusi perchè voi li avete abbandonati in balia di quelle potenze oscure da cui dovevate difenderli.

Non appellatevi alla Misericordia Divina, perchè il tempo della Misericordia non è stato accolto; ora è tempo di Giustizia.

E' comodo ricordarsi della Misericordia di Dio nel tempo della calamita!

In verità, in verità vi dico l'ora è vicina; pentitevi e fate penitenza, perchè altrimenti tutti perirete.

Figlio ora basta; come sempre ti dico prega, ripara e voglimi bene; ti benedico e con te benedico la nascente Comunità che Io ho voluto, che Io voglio come un fiore profumato della Chiesa rigenerata. (p. 35)