17 novembre 1978 

CAOS NELLA LEGGE

 

Figlio mio riprendi la penna e scrivi.

Nella Mia Legge è scritto " non rubare "; in realtà tutto il commercio che si svolge oggi nel mondo è intessuto di frode e anche coloro che si stimano buoni ed onesti non si fanno nessun scrupolo a praticarla abitualmente tanto si dice, lo fanno tutti... ma il fatto che il male sia dilagato in tale misura da diventare generale è motivo di maggior deplorazione e mai di giustificazione!

La frode continuata è peccato contro la Giustizia; è peccato che per la sua natura esige come riparazione, la restituzione del mal tolto e chi non la compie, si espone al gravissimo pericolo di compromettere la sua salvezza eterna.

Il " male " di qualsiasi natura esso sia, turba e sconcerta il corpo sociale tra le cui membra si compie, per questo la Mia Chiesa è stato voluta e posta nel mondo proprio per ricomporre il giusto equilibrio nelle anime, per illuminarle, curarle, guarirle e solo operando così si opera per il comune bene sociale.

 

" Materialismo " l'eresia che le racchiude tutte in sé

Nella Mia Legge è detto anche " non commettere atti impuri " ma su questo campo il caos è completo; non esistono più barriere, il male dilaga come un fiume in rotta e ha contagiato l'intera società umana, ne sono rimaste salve solo le anime in cui la Fede è veramente viva e operante.

Qual è la causa di tutti i mali di cui è affetta la presente umanità?

Il Materialismo; la concezione materialistica della vita ecco l'eresia che racchiude in sé tutte le eresie; (p. 83)

questa è l'eresia di cui si sono servite le potenze dell'Inferno per circuire l'umanità con un successo indiscutibile.

La responsabilità del Cristianesimo è grande proprio per non aver saputo reagire a questo grandissimo pericolo per le anime e a questa colossale manovra con tutte le forze a disposizione;

non si sono impugnate le armi con la dovuta prontezza e non si è risposto con l'energia necessaria, per cui si è arrivati allo stato attuale delle cose;

la divisione delle varie Chiese Cristiane, ecco perchè ebbi a dire in un precedente messaggio che la crisi attuale ha le sue radici nei secoli passati;

il processo di industrializzazione che ha infranto la compagine familiare e ha allontanato gli uomini da Dio con la martellante propaganda marxista, che piano piano è riuscita a spegnere la Fede nei cuori;

ecco questa grande crisi che ha avuto il suo inizio nel passato e oggi ha raggiunto il suo massimo livello, presto sarà totalmente cancellata dalla faccia della terra per cui fra VENT'ANNI ne sarà spento perfino il ricordo.

Tutta la Legge di Dio invece che oggi è scossa come da un grande terremoto, "resterà" eterna ed immutabile come eterno ed immutabile è Dio!

 

La missione del Sacerdote è missione religiosa

Il caos nella Legge è tale che gli uomini, come si è detto in precedenti messaggi, hanno perduto perfino il senso del bene e del male;

genitori snaturati hanno perduto ogni sensibilità morale e non hanno in sé più nulla di cristiano;

la bestemmia è diventata un fatto abituale;

il turpiloquio ormai come la bestemmia;

quanto mai frequenti i litigi che non di rado arrivano alle più crude violenze;

libri e riviste pornografiche lasciate in pasto ai figli anche di tenera età; (p. 84)

il linguaggio sempre più grossolano e triviale;

le infedeltà coniugali spesso accettate e consumate con il reciproco consenso... in un gran numero di famiglie veramente è stato cancellato il concetto di bene e male...

Tutto questo e altro ancora è il prodotto del materialismo che ha permeato anche le strutture della Chiesa in altre forme ma sempre velenose e mortali, per cui i Sacerdoti impregnati di ideologie materialiste è come se avessero cambiato natura, infatti con la massima facilità assolvono tutto e tutti.

Non facciano impressione queste osservazioni, perchè per moltissimi Sacerdoti sono importanti solo i problemi sociali che hanno la preminenza su tutti gli altri, ed è qui dove il Sacerdote snatura il modo di concepire il sacerdozio, il modo di " essere sacerdote ".

Il Sacerdote è alter Christus e Cristo, sommo Sacerdote, è venuto sulla terra per salvare le anime dalla tirannia dell'Inferno.

Per questo la missione del Sacerdote non è missione politica o sindacale, ma "religiosa" tutta tesa al solo bene spirituale delle anime!

Molti Sacerdoti hanno disertato; molti hanno deviato molti sono immobili nella loro vita sacerdotale perchè le realtà mondane in cui si sono immersi hanno fatto perdere al loro sguardo il vero motivo del loro sacerdozio e della loro vocazione, tutto perchè ad un dato momento è mancato loro l'influsso della Grazia, che è frutto di Fede viva e operante e di sincera Pietà, cioé di vita interiore; inaridita questa fonte tutte le deviazioni e degenerazioni della vita sacerdotale diventano comprensibili.

Ecco alcune conseguenze nel mondo ecclesiale del caos della Legge che appare come inaridita e incapace di raggiungere le sue finalità.

Basta per questa mattina; voglimi bene; ti benedico prega e ripara. (p. 85)